Devo pagare 35mila euro entro un mese e mezzo, come faccio?“. A rivelarlo è Dora Moroni che, ospite di Live Non è la D’Urso ha raccontato di aver perso la causa contro l’ospedale alla quale si era rivolta dopo esser rimasta coinvolta in un grave incidente stradale. I fatti risalgono al 1978, quando la cantante si schiantò in auto con il presentatore Corrado: si sottopose ad un intervento all’occhio, già cieco, per cercare di ridurre lo strabismo ma l’operazione non è riuscita e così lei decise di fare causa alla struttura. Causa che ha perso in appello, dove è stata condannata a pagare 35mila euro di spese processuali. “Sono molto delusa dalla vita“, ha commentato Dora Moroni ammettendo di avere difficoltà a pagare la cifra nei tempi indicati. “Vedrai che qualcosa succederà”, ha cercato di confortarla Barbara D’Urso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Live non è la D’Urso, Caterina Collovati contro Asia Argento: “Ma cosa ti è venuto in mente?”. La replica: “Il sedere non dovevo metterlo?”

next
Articolo Successivo

Alessandro Meluzzi: “Coronavirus è una falsa pandemia, malati pompati con terapie sbagliate”

next