Se la 12enne fosse stata bianca, lo stupro sarebbe stato definito un ‘errore’?”. Le attiviste di Non una di meno hanno protestato sotto Palazzo Marino contro il sindaco di Milano, Beppe Sala, che aveva definito la relazione di Indro Montanelli con un’eritrea di 12 anni un “errore”. Le appartenenti al movimento che si batte per i diritti delle donne hanno manifestato anche per criticare la presenza di una statua dedicata al giornalista (imbrattata di rosso nei giorni scorsi):” Chiediamo che venga rimosso o che almeno resti la vernice. È il simbolo di residui colonialisti, razzisti e discriminatori che derivano dalla società patriarcale”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Aborto farmacologico, dopo lo stop al day hospital dell’Umbria Speranza ha chiesto nuovo parere al Consiglio superiore di sanità

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Stati generali su diversità e inclusione: “Per dare voce agli invisibili dell’emergenza”

next