“Sulla scuola mi permetto di fare un appello al Governo, ministero dell’Interno, al ministero dell’Istruzione e alle prefetture. Viste le scelte di carattere elettorale che si stanno facendo sarebbe bene uno sforzo, anche per tutelare la salute, che i seggi elettorali si tengano il più possibile questa volta o in luoghi separati nelle scuole“. Lo ha detto il presidente della Regione Nicola Zingaretti durante una conferenza stampa allo Spallanzani. Il leader del Pd ha dunque invitato a trovare delle alternative per il voto, così da non interrompere di nuovo le attività dopo i tre mesi di stop dovuti al Covid. “Penso a grandi aree come le palestre, o concordandolo con sindaci e prefetture in altri luoghi pubblici che non siano le scuole per evitare di interrompere il ciclo scolastico all’apertura dell’anno scolastico e dopo un anno scolastico colpito del Covid” ha aggiunto Zingaretti. In serata è atteso il voto alla Camera sull’election day, fissato per 20 settembre e in cui si unirebbero le regionali e il referendum per il taglio dei parlamentari

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, aerei pieni e riaperture sparse per limitare i danni. Ma nessuno bada al vero malato

next
Articolo Successivo

Elezioni a settembre, Pd e Leu al governo: ‘Non fermare la scuola per referendum e Regionali. Seggi siano in palestre o altri luoghi pubblici’

next