Ellen Pompeo e lo strappo simbolico con Grey’s Anatomy. Lo stanno facendo notare decine di follower della celebre interprete di una delle serie più amate al mondo. La Pompeo, infatti, ha tolto la spunta al “segui” dell’account del programma su Twitter che, tra l’altro, la vede campeggiare in solitaria nella foto profilo. Non paga, la Pompeo, 16 stagioni consecutive nei panni della dottoressa Meredith Grey, l’attrice simbolo della serie, ha cominciato a spuntare anche altri protagonisti.

E sono sempre i fan, tra lo sbigottito e il sospettoso, a segnalarlo. Pompeo non segue più l’ex co-star Sandra Oh (Cristina Yang fino alla decima stagione), Sarah Drew e Jessica Capshaw (April e Arizona, 14 stagioni) e nemmeno gli attuali colleghi: Caterina Scorsone e Kevin McKidd. Ancora più clamore è la cancellazione perfino dell’amica e collega Camilla Lundington. Difficile capire i motivi di questa scelta improvvisa. Un unico possibile indizio arriva però dalla risposta data dalla Pompeo, che ogni tanto pesca nel mazzo delle risposte dei suoi follower e ci chiacchiera, ad un tweet di una ragazza di colore riguardante l’omicidio di Goerge Floyd a Minneapolis.

La Pompeo, sposata con il produttore discografico afroamericano Chris Ivery dal 2007, e da sempre attiva per le battaglie sui diritti civili, ha scritto un post per spiegare come insegna ai figli a non essere razzisti suggerendo qualche piccolo comportamento radicali da attuare nella vita di tutti i giorni come scegliere le persone con cui circondarsi. “Il tuo circolo di amicizie e di vita deve rappresentare i valori che difendi”, ha scritto l’attrice. A quel punto il timing di tutta la questione appena descritta vuole che sia scattato anche il repulisti Twitter degli amici e dei colleghi, oltre che del programma. Altro dato importante che sostiene la tesi “antirazzista” è che la Pompeo ha mantenuto l’amicizia virtuale con Jesse Williams, anche lui di origine afroamericana da parte di padre ed attivista del movimento Black Lives Matter, ma soprattutto dell’importante showrunner di Grey’s, Shonda Rhimes, afroamericana. Insomma le prove ci sono tutte.

E se venisse fuori che Grey’s Anatomy è una specie di covo di membri del Ku Klux Klan in America non si parlerebbe d’altro surclassando perfino i tweet di Trump. Ultimo dato, tragico per i fan della serie: in cantiere c’è la 17esima stagione della serie e sarà molto probabilmente l’ultima. La Pompeo, a questo punto, potrebbe perfino aver già dato forfait.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Morto Bob Kulick, addio al chitarrista dei Kiss: il “quinto” membro della band è scomparso a 70 anni

next
Articolo Successivo

“Kate Middleton non vuole che la figlia Charlotte torni a scuola”: scoppia la polemica

next