Chi è che si fa bucare per venire in Sardegna?”. Parole di Flavio Briatore che a L’Ora d’Aria si è scagliato contro il governo e contro la proposta del passaporto sanitario per andare in vacanza sull’isola. Non solo, l’imprenditore non è affatto d’accordo sulle modalità scelte per riaprire le varie attività: “Questi prendono per il c**o la gente, questo è il vero dramma. Tutti sti miliardi non arriveranno mai”. Insomma, per Briatore all’Italia serviva “una riforma finanziaria: fisco, burocrazia e giustizia. Devi dare alle aziende la possibilità di ripartire. Ci volevano soldi a fondo perduto e partire con una tassazione del 28%. Allora sì che tutti erano motivati”.

“Non sai cosa succede il 3 di giugno, il 15 giugno, non abbiamo certezze, ogni giorno una storia diversa – ha aggiunto il manager – Chi apre in questo momento perde soldi, lo fa per fare un favore al Paese. Hanno spaventato talmente tanto la gente e nessuno va nei ristoranti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brigida Cacciatore, ex professore di “Amici” si sposa con un’allieva del talent di 19 anni più giovane

next
Articolo Successivo

Neymar, la mamma Nadine torna con il suo “toy Boy” Tiago Ramos: per averlo sempre vicino gli compra un appartamento

next