L’emergenza può favorire le idee, l’assenza di certezze può generare novità e soluzioni. Ne sa qualcosa Maria De Filippi che ha tirato fuori dal cilindro i suoi format, rivelatisi un successo, spesso dal caso, da episodi imprevisti e grazie all’intuito. Così se una cosa non funziona può invece risolvere un altro problema. E’ il caso di Uomini e Donne che era stato sospeso per l’emergenza sanitaria per il Coronavirus, da qui l’idea di una nuova formula senza studio, con la padrona di casa solo in voce e con una versione “tinder” dello storico programma. Conoscenza in chat e fiumi di parole. Al debutto il 16,5%, la chiusura sotto il 10% di share.

E così in coro a gridare al flop, alla crisi nera del date show di Canale 5 senza distinguo e riflessioni più ampie. Perché senza esterne, senza balli di gruppo, senza sfilate, senza abbracci, senza le rincorse e i ‘No, Maria io esco’ semplicemente non era Uomini e Donne. E forse l’errore era stato quello di tenere lo stesso titolo, verrebbe da dire. La nuova formula, dunque, non ha funzionato ma sta regalando una seconda vita a Uomini e Donne che intanto è tornato in studio, senza baci, senza abbracci e con balli a distanza di sicurezza. Ma alla sua vecchia formula e con una maggiore vivacità. La dama Gemma a settant’anni si fa corteggiare da Nicola, il Sirius conosciuto proprio in chat che di anni ne ha ventisei.

E così il dibattito si apre, la differenza di età, i tabù, le posizioni nette e le prese in giro di Tina. Lo svelamento e il primo incontro, la maschera che viene giù. La maschera, dicevamo, quella che indossa il corteggiatore della tronista Giovanna. Si faceva chiamare l’Alchimista e arrivato in studio ha deciso di non mostrarsi, generando attenzione e curiosità sulla sua identità. La scrittura si sente ma rafforza il format con nuovi filoni, così il toy boy di Gemma e il corteggiatore mascherato di Giovanna assicurano ancora parecchie puntate.

E favoriscono alla De Filippi una soluzione sul campo, una fusione del trono over che vola sul fronte auditel con il trono classico in difficoltà negli ultimi mesi, vittima di wanna be influecer e ragazze e ragazzi interessati solo al business. Così la tronista Giovanna ora è all’interno del blocco over, il suo corteggiatore Alessandro finisce a sua volta nel mirino di tre signore del parterre. Soluzioni arrivate proprio dalla formula “tinder”, quella che non aveva funzionato. Così Uomini e Donne ne esce rafforzato e con in tasca il ritrovato boom di ascolti: nelle ultime puntate intorno al 23% di share con oltre 3 milioni di telespettatori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Amici Speciali, arresto in diretta per Sabrina Ferilli (finto): “Mi tremano le mani”. Il vincitore è Alberto Urso

next
Articolo Successivo

Crozza veste i panni di Fontana e Gallera intenti a fabbricare mascherine: “Abbiamo fatto il test della serietà…E siamo entrambi negativi”

next