Sono 228.006 i contagiati totali per il coronavirus in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 642, secondo l’ultimo bollettino della Protezione civile. Un dato che rimane abbastanza stabile rispetto a quello registrato 24 ore fa, quando i nuovi casi accertati erano stati 665 e che fa calare leggermente il trend dei contagi fino allo 0,28%. Stabile anche il numero delle vittime che nelle ultimo giorno sono state comunque 156, rispetto alle 161 di ieri. In totale i morti salgono così a 32.486.

Continua a scendere comunque il numero degli attualmente positivi che adesso si attesta a 60.960, 1.792 meno di ieri, quando il calo era stato di 2.377. Una diminuzione dovuta in parte a coloro che tornano negativi al virus: sono saliti a 134.560 i guariti e i dimessi, con un incremento rispetto a ieri di 2.278. Mercoledì l’aumento era stato di 2.881.

E scende il numero delle persone ricoverate: sono 640 i pazienti attualmente in terapia intensiva, 36 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 9.269, con un calo di 355 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 51.051, con un calo di 1.491 in 24 ore. Così, scende sotto i 10mila il numero dei ricoverati in ospedale.

I tamponi effettuati sono 3.243.398, 71.679 più di ieri. Sono invece 2.078.860 le persone sottoposte a test. Il rapporto tra test eseguiti e casi individuati è dello 0,9%, un malato ogni 111,6 tamponi (considerando anche i test ripetuti su soggetti già testati, in genere intorno al 40%).

La Lombardia è l’unica regione d’Italia a far segnare un aumento degli attualmente positivi al coronavirus: l’incremento rispetto a ieri è di 44 pazienti. Nella Regione c’è anche poco meno del 50% dei contagiati totali odierni (316 su 642) mentre oltre il 50% delle 156 vittime si registra tra Lombardia (65) e Piemonte (24) .

Dai dati della Protezione Civile emerge inoltre che sono otto le regioni che non fanno registrare vittime: Molise, Basilicata, Calabria, Valle d’Aosta, Umbria, Sicilia, Puglia e Trentino Alto Adige. In Calabria e nella provincia autonoma di Bolzano, infine, non si registrano nuovi contagiati.

Lombardia, numero dei contagi stabile: rapporto casi-tamponi migliore dal 1 aprile
Sono 316 i nuovi positivi in Lombardia per un totale di 86.901 casi in regione, con 14.702 tamponi effettuati. Lo dice l’ultimo bollettino della Regione. Un dato che rimane stabile rispetto a ieri, quando i nuovi positivi erano stati 294, ma con meno tamponi: 11.508. Continua a diminuire il numero dei ricoverati in terapia intensiva (226, -5) e negli altri reparti (4.119, -162). I morti sono in totale 15.727, con 65 nuovi decessi, esattamente come ieri.

Scende quindi il rapporto fra tamponi effettuati e casi positivi in Lombardia: con i dati odierni si attesta al 2,1%, il più basso dal 1 aprile. Dei 316 nuovi positivi accertati con 14.702 tamponi, 83 sono nella provincia di Milano, (38 a Milano città), 48 in quella di Bergamo e 77 in quella di Brescia, che rimangono le tre zone della Lombardia maggiormente colpite dal coronavirus.

Le altre Regioni: i contagi
Nel dettaglio, gli attualmente positivi sono 26.715 in Lombardia (+44), 8.710 in Piemonte (-441), 4.926 in Emilia-Romagna (-172), 3.286 in Veneto (-246), 1.877 in Toscana (-240), 2.075 in Liguria (-103), 3.637 nel Lazio (-149), 1.832 nelle Marche (-142), 1.373 in Campania (-69), 66 nella Provincia autonoma di Trento (-60), 1.839 in Puglia (-63), 1.522 in Sicilia (-1), 578 in Friuli Venezia Giulia (-18), 1.272 in Abruzzo (-45), 250 nella Provincia autonoma di Bolzano (-22), 61 in Umbria (-5), 318 in Sardegna (-13), 43 in Valle d’Aosta (-3), 326 in Calabria (-27), 60 in Basilicata (-13), 194 in Molise (-4).

Le altre Regioni: le vittime
Quanto alle vittime, in Lombardia sono 15.727 (+65), Piemonte 3.742 (+24), Emilia-Romagna 4.025 (+17), Veneto 1.841 (+9), Toscana 1.004 (+6), Liguria 1.397 (+11), Lazio 662 (+15), Marche 990 (+3), Campania 403 (+2), Provincia autonoma di Trento 455 (+0), Puglia 478 (+0), Sicilia 268 (+0), Friuli Venezia Giulia 323 (+1), Abruzzo 391 (+2), Provincia autonoma di Bolzano 291 (+0), Umbria 74 (+0), Sardegna 127 (+1), Valle d’Aosta 143 (+0), Calabria 96 (+0), Basilicata 27 (+0), Molise 22 (+0).

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, imbarco per file, mascherine di ricambio e niente saluti al terminal: le linee guida europee per tornare a viaggiare in aereo

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il 2 giugno salta la parata per la Festa della Repubblica: Mattarella alla tomba del Milite Ignoto con Conte, Fico e Casellati

next