Nata durante la quarantena, la Compagnia Degli Atroci, Massimo Wertmuller nei panni di Giorgetta (una parodia di Giorgia Meloni, Antonello Fassari (lo zio), Stefano Disegni (la zia) e, special guest, Max Paiella, nei panni de Il Matteo, dà alla luce la sua “seconda creatura atroce”, “Giorgetta e i zii, arcipelago Gulash”. Girata interamente da casa, la “serie” pubblicata su YouTube, racconta di Giorgetta, ferita dopo che, si legge “Conte ha nominato il suo nome invano”. Gli zii sono, di nuovo, il suo momento di confronto e di sfogo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Antonella Elia: “La fine della mia carriera, mi sono esposta con le mie miserie e le mie bassezze”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, morto il sassofonista Lee Konitz: ha fatto la storia della musica jazz, suonò anche con Miles Davis

next