Enzo Miccio lo dice apertis verbis: “E chi vuole tornare a Milano?“. A un passo dalla meta più ambita, all’approdo in Corea del Sud, le quattro coppie superstiti di Pechino Express 8 sono disposte a tutto pur di conquistare un posto in semifinale. E così l’ottava puntata – da notare gli ascolti stabili a 2,4 milioni nonostante il boom di Harry Potter su Italia 1 – diventa una sfida a colpi bassi che rischia di far implodere anche le alleanze più solide, come quella tra le Top Model, che arrivano a un passo dal mandarsi definitivamente a quel paese. Ecco il meglio e peggio della serata, dalla crisi di nervi delle Collegiali all’incidente hot di Max Giusti e Marco Mazzocchi.

Un calmante per Dayane. Granitica certezza dell’ottava puntata di Pechino Express: lo spirito di Soleil Sorge si è chiaramente impossessato di Dayane Mello. La Cina ha tirato fuori il lato più scontroso della modella brasiliana (già visto nel dimenticabilissimo Monte Bianco), e così gli attriti con la sodale Ema Kovac diventano una provocazione continua con sprazzi di insopportabile suscettibilità. Cara Dayane, lo sai quanti cereali di sottomarca ti devi ancora mangiare (cit. Arisa) prima di arrivare al traguardo finale? Anche meno. Voto: 2

Pechino Express, le pagelle dell’ottava puntata: Dayane Mello sempre più scontrosa (voto 2), Mazzocchi e Giusti quasi nudi (voto 9)

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Barbara d’Urso, petizione per chiudere i suoi programmi. Lucio Presta: “‘Suora laica’ in paillettes che produce orrore televisivo”. Poi si fa una domanda

next
Articolo Successivo

Musica che Unisce, guardando RaiUno pensavo: che bella la tv che unisce il ‘cosa’ al ‘come’

next