Harry Weinstein, l’ex magnate di Hollywood condannato per stupro, è risultato positivo al test delcoronavirus e si trova in isolamento nel piccolo carcere dello Stato di New York dove è stato recentemente trasferito per scontare una condanna fino a 23 anni di prigione. Lo riferiscono diversi media americani, fra cui la Niagara gazette e Deadline. Michael Powers, presidente dell’associazione delle guardie carcerarie dello stato di new York (New York State Correctional Officers and Police Benevolent Association) ha confermato la notizia a Sky news.

Il 68enne Weinstein è stato trasferito la settimana scorsa dalla Wende Correctional Facility, un carcere di massima sicurezza dello stato di New York, dove sono rinchiusi 950 detenuti: è risultato positivo ieri mattina assieme ad un altro detenuto e diversi agenti di custodia sono stati posti in quarantena.

Autorità del carcere hanno detto alla Niagara Gazette che l’ex boss di Miramax era già positivo quando è entrato nel sistema penitenziario dello Stato di New York da Rikers Island, una prigione della città di New York. Wende è un centro di smistamento per detenuti che vengono poi spostati in altre strutture dopo esser stati sottoposti ad analisi mediche. Weinstein ha 68 anni e soffre di cuore. Dopo la condanna e prima di esser trasferito a Rikers era stato sottoposto a uno stent cardiaco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Arisa si sfoga con Mara Venier: “Soffro la solitudine”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, il tenore Placido Domingo positivo: “Sono in auto-isolamento”

next