Medici in prima linea, in trincea, contagiati e che si ammalano. Ma 631 morti in Italia oggi c’è anche uno di loro. All’ospedale di Como, è deceduto Roberto Stella, medico di famiglia e presidente dell’Ordine dei medici di Varese. Il camice bianco, 67 anni, era uno dei due medici contagiati dal coronavirus al poliambulatorio di Busto Arsizio la scorsa settimana e si trovava in terapia intensiva.

Oltre ad aver ricoperto la carica di presidente del’Ordine varesino per più mandati, Stella era responsabile nazionale della formazione per la Federazione nazionale degli Ordini dei medici e presidente nazionale della Snanmid, società scientifica della medicina generale. “La morte di Roberto Stella – ha detto all’Adnkronos Salute Silvestro Scotti, segretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale (Fimmg) – è una perdita enorme per la medicina generale e non solo. Lui rappresentava la capacità di impegno e sacrificio dei medici di famiglia. E la sua morte rappresenta il grido di tutti i colleghi che ancora oggi non vengono dotati di dispositivi di protezione individuale. È la drammatica testimonianza che siamo parte integrante di questo sistema sanitario nazionale oggi in emergenza, ma spesso le aziende sanitarie ancora sembrano non rendersene conto” .

“Il Servizio sanitario nazionale e lombardo, la medicina nazionale e varesina – si legge in una nota dell’Ordine di Varese – hanno perso una guida attenta, un amico sicuro, un lavoratore appassionato, acuto, instancabile; i suoi pazienti hanno perso un amico ed un uomo capace di curare e prendersi cura senza limiti. L’Ordine dei medici-chirurghi e degli odontoiatri di Varese si stringe alla famiglia del dottor Stella ed esprime il suo più addolorato cordoglio”. “Voglio esprimere il mio cordoglio per la scomparsa di Roberto Stella, un medico e un punto di riferimento per la sanità italiana – dice il ministro della Salute, Roberto Speranza – La professione medica paga un tributo altissimo all’epidemia di Covid-19.

La perdita dell’amico Roberto è incommensurabile, oggi è un giorno estremamente triste – dice il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo), Filippo Anelli – Il Coronavirus, anche se la causa dovrà essere stabilita dall’Iss pare essere questa – si è portato via in pochi giorni un amico, un collega, un presidente sempre pronto a spendersi per gli altri, senza risparmiarsi. Per i suoi pazienti, per tutti i medici e gli odontoiatri dei quali curava la formazione, in particolare quella Ecm. Purtroppo oggi è arrivata la notizia che temevamo e che nessuno avrebbe voluto sentire: Roberto Stella, da qualche giorno ricoverato in rianimazione, non ce l’ha fatta“.

Foto dal sito dell’ordine dei medici di Varese

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Azzolina: “Attività didattiche sospese fino al 15 marzo”. Conte: “Misure per evitare sovraccarico sistema sanitario”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, gli appelli dei sanitari dell’ospedale di Piacenza: “State a casa. Noi diamo il massimo, ma aiutateci. Non è una normale influenza”

next