Roma, Napoli, ma anche Palermo e Pisa. Dopo l’annuncio del premier Giuseppe Conte di rendere tutta Italia “zona protetta”, in tutto il Paese è corsa ai supermercati, anche se, come specificato dal presidente del Consiglio, gli alimentari non chiuderanno. Centinaia di persone si sono riversate negli esercizi aperti h24, cercando, come raccontano “di comprare più roba possibile” per poi chiudersi in casa. Un comportamento subito stigmatizzato da Palazzo Chigi che lo ha definito “contrario alle norme del decreto”. Decine i video poi pubblicati sui social che testimoniano l’affollamento notturno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Coronavirus, lavoratori in protesta fermano le consegne: “Rischiamo la pelle, ci manca tutto. Non ci sentiamo protetti”

next