“Anna Magnani, Sophia Loren, Monica Vitti in L’avventura di Antonioni fu una rivelazione. Lo vidi da ragazza quando facevo la cameriera a Brighton, mi rinchiudevo nei cinema che sapevano di birra e tabacco. Ma come si fa a non amare il vostro Paese?”. Parole del premio Oscar Helen Mirren che si è raccontata in una intervista al Corriere della Sera: “Vorrei lavorare in qualunque film ambientato in Puglia, adoro Checco Zalone. Ho una casa nel Salento facendo una vita normale, partecipo alle feste di paese, vado a fare la spesa, mi dedico al giardinaggio”. Insomma, una sorta di ‘dichiarazione d’amore’ per il regista e attore pugliese: chissà che non li vedremo davvero insieme nel prossimo film… L’attrice ha anche commentato il fatto che alcune sue colleghe si iscrivano a siti di appuntamenti per trovare l’anima gemella: “Se fossi più giovane e in cerca di qualcuno con cui uscire, li userei anch’io. Ai miei tempi ci si incontrava nei pub affollati, dove è più difficile capire se una persona è intelligente e dotata di senso dell’umorismo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, la Cineteca di Milano mette in streaming gratis il suo catalogo di film

next
Articolo Successivo

Coronavirus, le gigantesche bufale complottiste che girano su Whatsapp: da “Bill Gates sapeva” al “cinese co’ a tosse”

next