Contagion 2, il sequel. Anche Gwyneth Paltrow ha una tremenda paura del Coronavirus. Il selfie pubblicato su Instagram non lascia addito a dubbi. La bionda attrice hollywoodiana è letteralmente finita nel panico con gli occhi strabuzzati e una mascherina nera a coprirle mezzo viso. Motivo? Sta per atterrare a Parigi e il primo decesso, oltre ai diversi contagiati di Coronavirus che in poche ore si stanno registrando anche in Francia, l’hanno scaraventata nella dimensione dell’allarmismo. “In viaggio verso Parigi – scrive la Paltrow – Paranoica? Terrorizzata? Prudente? Tranquilla? Pandemia o propaganda? Paltrow (tutte le parole interrogative in inglese iniziano con la P quindi decide di usare anche il suo cognome al posto del nome per proseguire la frase ndr) prosegue il suo viaggio e dorme indossando questi oggetti sull’aereo. Ho già vissuto questo film. Bisogna stare attenti. Non stringere mani altrui. Lavarsi le mani frequentemente”. La 47enne che da imprenditrice con il suo sito e-commerce Goop ha appena lanciato la candela “It’s only a vulva”, un oggetto di profumazione della casa all’odore della sua vagina, è stata tra i protagonisti del film di Steven Soderbergh intitolato Contagion (2011). La Paltrow interpretava Beth, colei che nel bel thriller finisce per essere la cosiddetta “paziente zero”, autentica untrice di mezza America dopo essere stata di ritorno da un viaggio d’affari in estremo oriente e aver contratto un pericolosissimo virus proprio mentre giocava al casinò di Hong Kong.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Meghan Markle, il padre torna all’attacco: “Una vergogna sfidare la Regina, spero che Elisabetta le dia una bella lezione”

next
Articolo Successivo

Diodato e Levante fotografati insieme a Milano da ‘Chi’

next