“Sono contrario nel merito alla politica di Salvini, ma su questo devono esprimersi gli italiani. Non si può delegare alla magistratura. Al Pd dico: attenzione, la ruota gira. Domani potrebbe capitare a Zingaretti”. Così in Aula al Senato, l’ex leader dell’Udc e senatore dell’Autonomie, Pieferdinando Casini, nel corso dell’esame e del voto sulla richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell’ex ministro Matteo Salvini, sul caso Gregoretti.
In un intervento più volte applaudito dai banchi del centrodestra e dallo stesso Salvini, Casini ha lasciato intendere il suo orientamento negativo sulla richiesta di autorizzazione a procedere: “Io sul caso Diciotti mi sono espresso esattamente come farò ora. Solo una cosa mi convincerebbe a cambiare voto e cioè se le fattispecie della Diciotti e della Gregoretti siano diverse. Ovvero, se per la Gregoretti, Salvini ha messo in atto una sua politica personale che contrastava con la politica del governo e con gli orientamenti del presidente del Consiglio. Ma colleghi, io di questa cosa non trovo traccia nelle carte”, ha rivendicato, tra gli applausi leghisti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Prescrizione, Orlando: “Nel 2013 il Pd la pensava come Bonafede. Anche molti renziani. La mia riforma? Mediai col centrodestra”

next