Durante la sua pausa (temporanea) dalla musica, Fedez si è buttato nel magico mondo dei podcast. Assieme allo youtuber e amico Luis Sal, con cui condividerà l’esperienza televisiva di Celebrity Hunted (in onda prossimamente su Amazon Prime), il rapper di Rozzano ha inaugurato il suo primo podcast: “Muschio Selvaggio”. “Fedez, non mi piace la tua musica ma è stra interessante ascoltarti. Ci sai proprio fare, cazzo”, gli ha scritto un utente sotto al primo episodio. Ospiti della prima puntata, tra cazzeggio e argomenti più seri, due personaggi agli antipodi: Bello Figo e Luciana, l’amatissima “nonna imprenditrice digitale” di Fedez.

Proprio alcune dichiarazioni di nonna Luciana, l’80enne con 230mila followers su Instagram, hanno acceso il dibattito sui social. “Pro o contro Mussolini?”, le hanno chiesto durante la puntata. “Io pro, pro, pro. Ci vuole qua oggi. Ci vuole qua oggi, quello che era prima e non quello che è stato dopo. Io l’ho conosciuto, io ho preso un premio da Mussolini. Avevo 6 anni. Voi credete nel Mussolini che c’è stato dopo, ma all’inizio ha fatto la Marcia su Roma e oggi ci vorrebbe la Marcia su Roma. Oggi ci vorrebbe”, aggiunge. “Nonna, non puoi dire una cosa del genere. Non sono d’accordo con te, ma ognuno dice quello che pensa“, la replica di Fedez. Nonna Luciana, cartomante per diletto, è pro anche ai porti chiusi: “Prendono gli aerei e li riportano a casa sua”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Meno sesso quando c’è il Papa in città”: la ricerca pubblicata dal Times

next
Articolo Successivo

Casa Savoia, Vittorio Emanuele annuncia: “L’erede al trono sarà mia figlia”. Ma i senatori del Regno non ci stanno

next