Visto, rivisto, citato e parodiato, il monologo iniziale di Bridget che scrive i nuovi propositi per il nuovo anno ha cresciuto generazioni di donne. Che male c’è a regalarsi una coccola, avvolgersi nel piumone e passare la serata ridendo delle disavventure dell’adorabile Renée Zellweger? Buoni propositi per il nuovo anno: altro che intimo rosso, come insegna Bridget l’incontro dei sogni arriva sempre quando indossi i mutandoni della nonna.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Il gemello di Callejon lascia il Bolivar: il piccolo tifoso si aggrappa alle sue gambe per non lasciarlo andar via. E il calciatore scoppia a piangere

next
Articolo Successivo

Capodanno, veglione sotto le stelle: Luna, Venere e Sirio nell’ultimo spettacolo mozzafiato del decennio

next