Otto marinai imbarcati a bordo della petroliera Happy Lady sono stati sequestrati nel porto di Limbe, in Camerun. Il cargo, battente bandiera greca, è stato attaccato da uomini armati che hanno assaltato l’imbarcazione sulla quale si trovava l’equipaggio composto da 28 persone.

Nel corso del blitz, i pirati hanno anche ferito una nona persona, colpita a una caviglia ed è stato portato in un ospedale locale. Le 8 persone sotto sequestro sono 5 greci, due filippini e un ucraino. Tra loro c’è anche il comandante della nave.

“Il ministro greco della Marina mercantile, Yannis Plakiotakis, è stato informato e segue la vicenda da vicino con il ministro degli Esteri greco e la società che gestisce la petroliera”, si legge in un comunicato del ministero. L’armatore della Happy Lady è la società Eastern Mediterranean Athens, che ha sede ad Atene, ha reso noto la polizia portuaria.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il ventennio di Putin /2 – L’uomo forte che sfida l’Occidente e in patria non ammette oppositori. Così in Russia torna la tentazione dell’impero

next
Articolo Successivo

Spagna, tutto pronto per il nuovo governo Psoe-Podemos: determinante l’accordo quasi raggiunto con Esquerra Republicana

next