Massimo Boldi a 360 gradi, il comico si racconta in una lunga intervista concessa al quotidiano Libero. Così oltre alle parole al miele per Silvio Berlusconi (“Nei suoi confronti provo un affetto e un’amicizia enormi, è un uomo irripetibile”) e i dubbi su Salvini per il dopo Cavaliere (“Un astro come Berlusconi capita raramente, forse una volta sola”) si scaglia contro le Sardine, il movimento di giovani che sta riempiendo le piazze italiane: “Io so che le mie figlie sono laureate e non trovano lavoro. Figurati uno che va in piazza. Io, fossi un ragazzo, non andrei a manifestare“.

Cipollino, come lo chiamano da sempre i suoi fan, non risparmia nemmeno Greta Thunberg, l’attivista svedese di 16 anni con la sindrome di Asperger che sostiene lo sviluppo sostenibile ed è contro il cambiamento climatico: “Chi?”, risponde alla giornalista che le chiede se provasse simpatia nei suoi confronti per poi aggiungere “Se mi dici Gre… penso solo a Greggio, Ezio Greggio (sorride, ndr)”. Sul fronte privato l’attore conferma la relazione con Irene Fornaciari, più giovane di lui di 34 anni, ma non le nozze in arrivo: “Adesso è ancora presto, vediamo e ne parliamo. Intanto stiamo molto bene insieme, questo conta”.

Boldi tornerà al cinema nuovamente in coppia con Christian De Sica: “Ci stiamo lavorando dall’ anno scorso e avrebbe dovuto essere pronto già per il 2019. E invece lo abbiamo rimandato al 2020. Ma uscirà eh, tranquilli. In realtà abbiamo delle perplessità a fare un seguito di ‘Amici come prima’. Quel film ha funzionato perché io e Christian ci siamo ritrovati dopo 13 anni in un film a raccontare una storia del tutto nuova. E tra l’ altro era molto ben scritto da Brizzi e Bardani. Ora però, dopo aver interpretato insieme così tanti soggetti, diventa difficile trovare uno spunto originale. E quindi una novità potrebbe essere tornare al grande classico. Il progetto è quello di riproporre Vacanze di Natale, sarebbe l’ideale. Ma abbiamo tempo, vogliamo pensarci bene, anche per capire che aria tira negli altri film italiani”, ha aggiunto l’attore.

Si schiera anche in difesa dell’attore Checco Zalone, dopo le polemiche dei giorni scorsi per la canzone “Immigrato”: “Penso che quel video sia stato un ottimo veicolo di promozione pubblicitaria. Anche da questo punto di vista Zalone è geniale. Le accuse di razzismo? Ma stiamo scherzando, assolutamente no. Giù le mani da Checco, è un fenomeno. Vuole solo far ridere e ci riesce”, ha concluso Boldi.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tik Tok, Salvini “canta” il Mare d’Inverno e la Meloni si cancella. Il più famoso tik toker italiano: “I politici su questo social sono imbarazzanti”

next
Articolo Successivo

Antonella Elia a Taylor Mega: “Tu aiuti solo i ragazzini a farsi le pi**e”. E la Mega replica: “Mi dovresti ringraziare per averti riesumato”

next