Venticinque minuti con la testa incastrata tra le sbarre. Uno squalo, nella Riserva di Guadalupe, ha attaccato due sub che si erano calati con la gabbia, in profondità, proprio per ammirare i grossi pesci predatori. Purtroppo, però, come mostrano le immagini (di cui abbiamo scelto di togliere le parti più cruenti), si è infilato tra le sbarre, senza riuscire più a uscire. La denuncia è stata fatta da un attivista messicano, Arturo Islas Allende, che ha sottolineato come le gabbie dovrebbero garantire la sicurezza di subacquei e squali, ma ciò non avverrebbe, come il mancato controllo delle autorità messicane.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Muratore vince 105 milioni di sterline alla lotteria ma non vuole saperne di lasciare il lavoro: “Ho preso degli impegni che voglio mantenere”

next
Articolo Successivo

La rivincita della donna dello spot “sessista”: lascia il marito e va al bar a bere con le amiche. E lo spot incassa milioni di clic

next