Giancarlo Magalli non le manda certo a dire, ne sa qualcosa Adriana Volpe ma questa volta la conduttrice, vicina all’ingresso nella casa del Grande Fratello Vip, non c’entra nulla. Nel mirino del conduttore de I Fatti Vostri finiscono le influencer, complice la sua ospitata a Tv Talk. La trasmissione condotta da Massimo Bernardini in onda su Rai3 si sofferma sullo scherzo de Le Iene alla fashion blogger Chiara Biasi che presa dalla rabbia si era lasciata andare pronunciando una frase che aveva generato molte polemiche: “Per 80 mila euro manco mi alzo la mattina e mi pettino i capelli”.

“Secondo me per 800 euro lei alle 7.30 è già vestita. Il clamore per la frase è giustificato? Sì, può indignare. Poi è un altro discorso che lei lo pensi“, aveva commentato Magalli, padre di Michela anche lei influencer: “Io sono anche padre di influencer, sono padre di fashion blogger. Quindi so di che si tratta. Mia figlia sta crescendo ma l’affitto a mia figlia comunque lo pago io”. Da qui il conduttore si sofferma su Chiara Ferragni, imprenditrice digitale e fashion blogger da 18 milioni di follower, con una vera e propria stoccata: “Guadagna miliardi ma non sa fare niente. E’ una brava imprenditrice? Sì, la sua merce è se stessa. Se uno ha l’immagine, capitalizza e valorizza quella. L’immagine è un vassoio, su cui uno nella vita magari ci mette simpatia, cultura. Chi ha il vassoio colmo, oggi guadagna molto meno di chi ha solo il vassoio”, ha concluso il volto di Rai2.

“Mia moglie non è un’influencer, lo trovo un po’ sminuente. Lavora nella moda, ha un brand“, ha dichiarato nei giorni scorsi Fedez a La Confessione in onda su Nove. La Ferragni, già nel mirino del Codacons, è da settimane nel totonomi per il ruolo di coconduttrice al Festival di Sanremo 2020 condotto da Amadeus, ipotesi che per ora non ha ricevuto conferme.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Lucia Annunziata a Matteo Salvini: “Perché si è messo un coglioncino a collo alto?”. La gaffe diventa virale

next
Articolo Successivo

Luca Argentero: “I ladri mi hanno rubato il Telegatto. Perché? Perché?”

next