“Contro la violenza siamo rivolta”. Corteo a Roma del movimento femminista ‘Non una di meno‘ con i rappresentanti dei centri antiviolenza, delle case delle Donne, dei consultori. Numerose, gli organizzatori parlano di 100mila persone, le manifestanti provenienti da ogni parte d’Italia. “I dati Eurispes ci parlano di numeri ancora impressionanti – dice Tatiana Montella di Non Una di Meno – che segnalano che una donna ogni tre giorni viene uccisa 96 solo quest’anno. Anche stamattina un’ennesima donna è stata uccisa a Palermo. Noi vogliamo con queste giornate vogliamo stoppare con un grido globale contro la violenza maschile”. Molte manifestanti hanno ricordato nei loro cartelli e con il trucco sul viso la donna mimo cilena e attivista Daniela Carrasco uccisa dalla polizia. Per lei e per tutte le donne vittime della violenza, alle 16.30 il corteo si è fermato e i manifestanti hanno osservato un minuto di silenzio

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Violenza sulle donne, il ministro Gualtieri (Pd): “Pronto il decreto. Sbloccati 12 milioni per gli orfani dei femminicidi”

next
Articolo Successivo

“Da quando nostro padre ha ucciso la mamma non abbiamo avuto nessun aiuto dallo Stato”

next