L’ipotesi di nazionalizzare anche parzialmente la ex Ilva “esiste ovviamente”, ma “se si pensa che lo Stato abbia la soluzione magica di assorbire da soli i costi e rilanciare l’azienda nel mercato globale, questa è una pericolosa illusione“. Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, a un evento organizzato da Huffington Post a Milano. “Io non sono fermo – prosegue Gualtieri – a una idea per cui il perimetro pubblico deve escludere anche politiche industriali dirette e indirette e il mercato deve risolvere tutti i problemi. Stiamo parlando di una sfida di politiche industriali di nuovo corso, che debbono avere anche il concorso pubblico“.

Sulla manovra “occorre risolvere quel 5% di misure che vanno migliorate, anche agli occhi del proponente, e le risolveremo – ha detto Gualtieri – È una sfida impegnativa” per i saldi di bilancio da rispettare con l’Ue ma aprirà la strada in futuro a una “politica ambiziosa. Siamo riusciti a superare dei problemi e una volta superato questo scoglio potremo fare una politica ambiziosa, che sciolga molti nodi di questo Paese in un rapporto propositivo anche con l’Europa”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ex Ilva, polemica tra i conduttori di Radio24 e Lezzi (M5s). “Lei sta travisando su scudo penale”. “Se dite così, partiamo male”

next
Articolo Successivo

Oppositore Immaginario, stai contestando Salvini o gli stai facendo un regalo?

next