La proposta di concedere il diritto di voto ai sedicenni non suscita grande entusiasmo tra i cittadini che abbiamo interpellati in strada. In gran parte sono contrari perché “a 16 anni non si è ancora pronti”. Altri si dicono favorevoli a “portare a 18 anni anche il voto per il senato” poiché quella è la soglia della maggiore età. Ma c’è chi concorda con la proposta rilanciata recentemente da Enrico Letta e condivisa da molti esponenti politici di vari partiti, perché “i ragazzi di oggi sono molto più svegli, informati e pieni di stimoli che in passato”. Tra gli intervistati non mancano alcuni teenagers, che perlopiù riconoscono: “meglio aspettare i 18 anni, non ne sappiamo abbastanza”. E voi che ne dite?

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni Umbria, Zingaretti contro Salvini: “Si vergogni, ci fa la morale ma non ci ha detto dove sono finiti i 49 milioni di euro”

next
Articolo Successivo

Umbria, Berlusconi sbertuccia il ritratto di San Francesco: “Aveva le orecchie a sventola…”

next