Kim Jong-un come Jon Snow. Il leader nordcoreano si è fatto immortalare in sella a un cavallo bianco mentre si avventura sulle prime nevi del monte Paektu, la montagna “sacra” legata alle gesta della famiglia Kim nel nord del Paese, al confine con la Cina. L’agenzia di stampa coreana Kcna ha fornito diverse foto del supremo leader da esperto cavallerizzo e col pesante cappotto di ordinanza, spiegando che “la sua marcia a cavallo sul monte Paektu è un grande evento di grande importanza nella storia della rivoluzione coreana”, il tutto in un tono epico che ricorda Jon Snow, l’eroe della saga de “Il trono di spade” nato dalla penna di George R.R. Martin, come hanno fatto notare in tanti sui social, dove già si è scatenata l’ironia.

Il tema equestre, ricorrente nei ritratti dei leader del Nord in posture eroiche, ha trovato questa volta una un’inconsueta e reale applicazione. Kim ha ricordato “con profonda emozione” la strada per “la faticosa battaglia” per la “grande causa della costruzione del Paese più potente con fiducia e volontà, saldo come il monte Paektu, e con giorni di rapidi cambiamenti”. Insomma, un ritorno a origini e luogo di nascita (almeno a uso della propaganda) del padre Kim Jong-il in vista delle prossime sfide: Kim, ha notato la Kcna, ha indicato “chiaramente la via per far avanzare la potente nazione socialista”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Patrick Day, il pugile americano non ce l’ha fatta: è morto per le gravi lesioni cerebrali subite sul ring

next
Articolo Successivo

La Regina Elisabetta cerca un maggiordomo: la paga? Al di sotto del salario minimo

next