“La partita è stata chiara. Fin dall’inizio ho avuto una sensazione di disagio, difficile da spiegare”. Così Antonio Conte ha parlato dell’arbitraggio in Barcellona-Inter, persa dai nerazzurri dopo il vantaggio di Lautaro. “Nel secondo tempo c’è stata una situazione che ha cambiato la partita – ha aggiunto – Fino al 65′ abbiamo ribattuto colpo su colpo. Sul penalty (il fallo su Sensi, ndr) abbiamo avuto una chance importante. La situazione era molto dubbia, poi sul ribaltamento è arrivato il gol del Barcellona. La partita è stata molto chiara”. Quello dell’arbitraggio, ha sottolineato, “non è un alibi, ma ho visto indirizzate alcune decisioni. Sei un arbitro top, ma quando vieni al Camp Nou è il Camp Nou, ecco…”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Champions League, Barcellona-Inter 2-1: non bastano il gol di Lautaro e un gran primo tempo. Suarez condanna i nerazzurri

prev
Articolo Successivo

Siria, la proposta di non giocare la finale di Champions League a Istanbul. Il ministro dello Sport Spadafora invia lettera all’Uefa

next