“La partita è stata chiara. Fin dall’inizio ho avuto una sensazione di disagio, difficile da spiegare”. Così Antonio Conte ha parlato dell’arbitraggio in Barcellona-Inter, persa dai nerazzurri dopo il vantaggio di Lautaro. “Nel secondo tempo c’è stata una situazione che ha cambiato la partita – ha aggiunto – Fino al 65′ abbiamo ribattuto colpo su colpo. Sul penalty (il fallo su Sensi, ndr) abbiamo avuto una chance importante. La situazione era molto dubbia, poi sul ribaltamento è arrivato il gol del Barcellona. La partita è stata molto chiara”. Quello dell’arbitraggio, ha sottolineato, “non è un alibi, ma ho visto indirizzate alcune decisioni. Sei un arbitro top, ma quando vieni al Camp Nou è il Camp Nou, ecco…”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Champions League, Barcellona-Inter 2-1: non bastano il gol di Lautaro e un gran primo tempo. Suarez condanna i nerazzurri

next
Articolo Successivo

Siria, la proposta di non giocare la finale di Champions League a Istanbul. Il ministro dello Sport Spadafora invia lettera all’Uefa

next