L’incubo è finito. Con un post e una foto su Instagram Emma Marrone torna a parlare e lo fa per tranquillizzare i fan: “Ho finalmente tolto questo braccialetto ma lo conserverò per sempre, è stata dura… ma è andata!”, scrive la cantante salentina sul social pubblicando l’immagine di un classico braccialetto ospedaliero staccato dal polso, positiva conclusione del problema di salute per il quale aveva fermato la sua attività artistica, annuciandolo sui social con corredo di polemico contro di lei.

“Ho bisogno del tempo necessario per recuperare le forze ma, credetemi, non vedo l’ora di tornare da tutti voi, e lo farò al più presto – prosegue oggi Emma – Mando un bacio a tutte le persone che hanno avuto un pensiero per me e ringrazio per tutto l’amore che ho ricevuto e che mi ha dato la spinta a combattere con più forza e coraggio del solito. Mando un bacio molto più grande a tutte quelle persone che ancora non possono smettere di combattere: Tenete duro, io sono con voi! La serenità sta pian piano prendendo il posto della paura… Piango di gioia finalmente! Vi voglio un mondo di bene”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Instagram dice addio ai ‘like’ e presto sarà così anche su Facebook: ecco perché

next
Articolo Successivo

Roma, maxi scontrino da 430 euro a due turiste giapponesi: ristorante chiuso e poi riaperto. Multa da 5mila euro per la mancia “obbligatoria”

next