“Il primo incontro che abbiamo avuto io e il presidente Conte stamattina è stato con Al Sisi e ovviamente al centro dei colloqui c’è stato il caso Regeni. Noi ci aspettiamo dall’Egitto risposte il prima possibile su come intendano colpire i colpevoli di quel delitto”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a New York. Il governo continuerà a impegnarsi fino a che “non ci sarà un chiaro epilogo della vicenda Regeni, la verità su tutta la vicenda e ovviamente i colpevoli puniti”, ha aggiunto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Regionali Umbria, Di Maio: “Patto civico con Pd possibile perché situazione emergenziale. Nessun automatismo in altre regioni”

prev
Articolo Successivo

Pd, Zingaretti alla direzione nazionale: “Siamo un partito respingente. Dibattito congresso superato, ora apriamo le porte”

next