Il neo ministro degli Esteri Luigi Di Maio e la sua fidanzata Virginia Saba sono stati tra gli ospiti del matrimonio del portavoce del Agusto Rubei. Il comunicatore politico e l’architetta Laura Criscuolo si sono sposati in una tenuta del XVIII secolo sul lago di Bracciano, con una cerimonia celebrata proprio nella cappella privata alla santissima Madonna del Rosario. Non si tratta del Castello di Bracciano, dove celebrarono il loro ricevimento Eros Ramazzotti in cilindro e frac, Tom Cruise e Katie Holmes, la figlia di Ecclestone, ma del più sobrio Casale di Polline. Alla cerimonia erano presenti anche anche la ex ministra della Difesa Elisabetta Trenta e diversi parlamentari 5stelle.

Il leader del Movimento con un completo scuro e una cravatta azzurra si è fatto accompagnare dalla sua metà, bellissima in abito rosa fasciante, con la quale ha passato anche le (brevi) vacanze. I due si sono fatti anche una foto insieme agli sposi, subito postata da Di Maio sul suo profilo Instagram.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fabio Sanfilippo, la madre della figlia di Salvini scrive una lettera a Libero e si sfoga: “Ho provato rabbia e dolore a leggere quelle parole meschine”

prev
Articolo Successivo

Valeria Marini pubblica una foto con Gerry Scotti ma esagera con i filtri: “Lo ha trasformato in Renato Balestra”

next