“Bell’esordio, rispettoso dell’autonomia delle popolazioni, dei governatori, dei territori, degli italiani per il governo Pd-M5s e Leu. E anche Leu perché non dimenticatevi di Fratoianni e Boldrini”. L’ha detto il leader della Lega Matteo Salvini in diretta Facebook, a proposito della decisione presa dal primo Consiglio dei ministri di impugnare due leggi del Friuli Venezia Giulia sui migranti. Poi commenta: “Roberto Speranza ministro della Salute, ancora non ci credo. Vabbè, ma se Di Maio fa il ministro degli Esteri, Speranza può anche fare il ministro della Salute”.”

“Il 15 settembre aspetto una marea di gente a Pontida” e “prepariamo un autunno di battaglia pacifica, democratica ma determinata”. Tra le altre cose annuncia un presidio a Montecitorio in occasione del voto di fiducia: “Lunedì ci sarà un presidio senza bandiere, aperto agli italiani che sono schifati e si vergognano di questo poltronificio”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Governo, Giarrusso (M5s): “Non contenti di Gentiloni. Non coinvolti nella decisione”

next
Articolo Successivo

Conte 2, dem tra prudenza e soddisfazione per il ritorno del Pd al governo: “Due mesi fa avrei stracciato la tessera”. E su Di Maio: “Non mi fido”

next