Nato ad Afragola, ha 45 anni. Ha iniziato la sua carriera come segretario particolare di Andrea Losco, Udeur, poi è stato nella segreteria dei Verdi e nel 2006 è diventato capo segreteria di Francesco Rutelli quando era al ministero della Cultura. Nel 2011 è stato nominato primo Garante dell’infanzia e dell’adolescenza, nel 2016 entra nello staff di Luigi Di Maio come responsabile delle relazioni istituzionali. Nel 2018 viene eletto deputato con il M5s e nominato sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alle Pari opportunità. Proprio per quest’ultima delega, si è più volte scontrato con la Lega per le posizioni conservatrici in termini di diritti. Spadafora è stato il primo a dichiarare che il ddl Pillon, fortemente contrastato da associazioni e femministe, non sarebbe mai stato approvato.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Patuanelli prende il posto di Di Maio al Mise: “Continuità col suo lavoro”. E su Alitalia: “Vorrei essere l’ultimo a occuparmene”

next
Articolo Successivo

Governo, D’Uva: “Al Senato numeri certi. Per Lega ci sono traditori nel M5s? Facciano i nomi”

next