Un’anziana è morta mentre stava raccogliendo le uova nel pollaio, colpita dal suo gallo su una gamba. È successo in Australia: la donna compiva quel gesto abitualmente e non si aspettava l’attacco dell’animale che con il becco le ha perforato una vena varicosa. Subito ha iniziato a perdere molto sangue e per lei non c’è stato nulla da fare. Un incidente che ha colpito molto l’opinione pubblica e ha acceso i riflettori sui rischi legati alle vene varicose.

“Sto cercando di far curare le vene varicose agli anziani con una semplice operazione perché sono particolarmente vulnerabili alla rottura e la colpa non è assolutamente degli animali”, ha spiegato Roger Byard, professore di medicina legale dell’Università di Adelaide, ai microfoni di The Advertiser. Esperto di morti correlate agli animali, ha spiegato: “Più volte ci sono stati casi di persone morte a causa di un eccessivo sanguinamento dovuto ad un semplice colpo nella zona interessata, non solo a causa di attacchi di animali”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bambina pesca con canna giocattolo di Frozen e prende un pesce (da 15 kg) più pesante di lei

next
Articolo Successivo

Blanca Fernández Ochoa, la sciatrice spagnola campionessa olimpica è scomparsa vicino a Madrid: droni per trovarla

next