Un’anziana è morta mentre stava raccogliendo le uova nel pollaio, colpita dal suo gallo su una gamba. È successo in Australia: la donna compiva quel gesto abitualmente e non si aspettava l’attacco dell’animale che con il becco le ha perforato una vena varicosa. Subito ha iniziato a perdere molto sangue e per lei non c’è stato nulla da fare. Un incidente che ha colpito molto l’opinione pubblica e ha acceso i riflettori sui rischi legati alle vene varicose.

“Sto cercando di far curare le vene varicose agli anziani con una semplice operazione perché sono particolarmente vulnerabili alla rottura e la colpa non è assolutamente degli animali”, ha spiegato Roger Byard, professore di medicina legale dell’Università di Adelaide, ai microfoni di The Advertiser. Esperto di morti correlate agli animali, ha spiegato: “Più volte ci sono stati casi di persone morte a causa di un eccessivo sanguinamento dovuto ad un semplice colpo nella zona interessata, non solo a causa di attacchi di animali”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bambina pesca con canna giocattolo di Frozen e prende un pesce (da 15 kg) più pesante di lei

next
Articolo Successivo

Blanca Fernández Ochoa, la sciatrice spagnola campionessa olimpica è scomparsa vicino a Madrid: droni per trovarla

next