Ancora un grave episodio di razzismo nel calcio italiano e a Cagliari, in particolare. Durante il calcio di rigore battuto dall’attaccante Romelu Lukaku si sono sentito dei buu provenire dalla curva rossoblu, tanto che l’attaccante belga ha poi esultato rivolgendosi con fare di sfida. Le immagini e l’audio dei cori hanno immediatamente fatto il giro del web, avendo ampio risalto soprattutto sulla stampa inglese. Lukaku era in precedenza un giocatore del Manchester United. Molti siti di tabloid inglesi già nella serata di ieri sottolineavano la gravità dell’episodio. Fra l’altro a Cagliari non è la prima volta che questo accade, visto che lo scorso anno cori razzisti furono rivolti ai giocatori della Juventus Moise Kean e Blaise Matuidi.

Sull’episodio è intervenuto nel dopo partita anche l’allenatore dell’Inter, Antonio Conte, che avendo avuto un passato da manager del Chelsea ha sottolineato proprio le differenze fra l’Italia e la Premier. “Non ho sentito (i cori, ndr). Posso parlare comunque in generale: penso che dobbiamo migliorare in Italia e rispettare tutti”, ha dichiarato il tecnico nerazzurro. “Quando lavoravo all’estero, i tifosi applaudivano la propria squadra, non passavano tutto il tempo a insultare l’avversario. Comunque io sono stato accolto bene qui, nessuno mi ha insultato”, ha aggiunto Conte.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto Centro Italia, Accumoli ha una nuova scuola ma non gli alunni: “Consegnata in ritardo, i bambini sono stati iscritti altrove”

next
Articolo Successivo

Eleonore, la nave con 104 migranti a bordo forza il divieto e sbarca a Pozzallo: le immagini

next