Manifestanti e polizia sono tornati a scontrarsi a Hong Kong con un’escalation che ha visto non solo schierati per la prima volta due automezzi con i cannoni ad acqua. A Tsuen Wan gli agenti hanno puntato le pistole contro attivisti, giornalisti e semplici cittadini (come testimoniano anche molti dei video diffusi su Twitter) e sparato alcuni colpi di avvertimento verso l’alto

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, l’Occidente finge di non vedere. Ma l’omertà porta alla rivolta

next
Articolo Successivo

Maiorca, scontro tra elicottero e ultraleggero: 7 vittime, tra cui anche un italiano e un minore

next