I fan di una delle saghe più amate del cinema esultano. Infatti è stato ufficializzato che “Matrix 4” si farà e saranno nuovamente assieme sul set anche Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss, che presteranno il volto ai personaggi cult Neo e Trinity. L’annuncio del film è stato fatto da Toby Emmerich del colosso Warner Bros Picture. Per la sceneggiatura è stata richiamata Lana Wachowski, che ha già lavorato alla trilogia originale con la sorella Lilly, e al suo fianco ci saranno Aleksander Hemon e David Mitchell. Una bella notizia che cade nell’anno del ventennale, infatti in Italia il primo film è uscito il 7 maggio 1999. Le riprese dovrebbero iniziare nei primi mesi del 2020 per poi uscire nelle sale nell’estate 2021.

La trilogia “The Matrix,” “The Matrix Reloaded” e “The Matrix Revolutions” ha incassato nel mondo più di 1.6 miliardi di dollari. La genesi di “Matrix 4” è stata alquanto tribolata perché la Warner Bros stava cercando di realizzarla da almeno due anni, ma per problemi legati ai diritti di produzione il progetto era rimasto nel cassetto. A giugno e luglio le cose si sono improvvisamente sbloccate e subito uno dei colossi della produzione cinematografica si è messo al lavoro per concretizzare il team e dare l’annuncio finale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Peter Fonda morto, il protagonista di Easy Rider aveva 79 anni. A settembre la celebrazione dei 50 anni del film cult

prev
Articolo Successivo

Il Re Leone, la versione 2019 ricorda un documentario del National Geographic (e non è affatto un male)

next