Stava percorrendo una nuova rotatoria non lontana dell’aeroporto di Olbia quando, all’improvviso, la sua moto ha preso fuoco. Alla guida c’era il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, che si trovava in vacanza a Porto Rotondo. La mattina del 19 agosto, mentre era in strada, il suo scooter è stato distrutto dalle fiamme, che hanno bruciato tutto ciò che c’era nel vano portabagagli, compreso un computer. Gori, che non è rimasto ferito ma si è spaventato, ha chiamato i vigili del fuoco di Olbia per spegnere l’incendio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Open Arms, ancora nessun ricorso del Viminale contro il Tar del Lazio

prev
Articolo Successivo

Trenitalia, Intercity si ferma per un guasto: capotreno picchiato da una turista. Sindacati: ‘Personale capro espiatorio errori dirigenti’

next