Fabio Rovazzi e la fidanzata Karen stanno facendo una vacanza on the road negli Stati Uniti e nel loro tour hanno deciso di fare tappa anche all’Area 51, la base militare che secondo le teorie del complotto custodirebbe i resti e i segreti degli alieni. Lì però hanno avuto una brutta disavventura. La scena è stata tutta immortalata in dei video pubblicati sulle sue Instagram Story. I due prima mostrano un cartello con la scritta “Extraterrestrial Highway” (“autostrada extraterrestre), e poi Rovazzi esclama: “Ho come l’impressione che ci siamo!”.

Proseguono in auto lungo la strada, dove incontrano diverse aree di servizio piene di installazioni kitsch a tema alieni. Ma a turbarli è la vista di un velivolo non identificato che sembra sparire nel cielo. Nelle stories successive,inquadra la cancellata che delimita l’Area 51 e le riprese sembrano proprio esser fatte di nascosto. “Non ho filmato bene l’ingresso, dopo capirete perché. Siamo andati un po’ troppo oltre“, esclama il cantante.

Passata la suspance, Rovazzi spiega nel dettaglio cosa è successo: “Volevamo fare la foto col cartello ‘non oltrepassare, area top secret’, ma abbiamo sbagliato qualcosa e siamo arrivati davvero davanti all’Area 51. I militari dell’Area 51 ci hanno urlato dagli speaker di andarcene via. Sono uscite tipo venti telecamere e una si è posizionata sopra alla nostra macchina”, aggiunge Fabio ancora agitato. “Sono sconvolto, ho appena rischiato di essere sparato male“, conclude.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nadia Toffa morta, tutto quel (poco) che sappiamo sulla sua vita privata: l’ex che non la accompagnava alla “chemio”

prev
Articolo Successivo

Superenalotto, esce a Lodi il 6 dei record: vinti 209 milioni con schedina “casuale” da 2 euro

next