Come ogni estate, il quiz preserale di Rai 1, Reazione a Catena, sta riscuotendo un grande successo ed è stato il nuovo conduttore Marco Liorni a rivelarne il segreto: “Reazione a Catena è una bomba e non sente il peso del tempo. È coinvolgente, giocabile da casa – ha spiegato in un’intervista al Messaggero -. Ed è curato con amore dalle persone che lo seguono da dodici anni”.

Marco Liorni ha iniziato quest’anno la sua avventura al timone del quiz e ai molti che sui social gli dicono che il valore aggiunto del programma è proprio lui, risponde svelando un retroscena: “Grazie ma, in realtà, la mia prima preoccupazione è stata non rovinarlo. È un motore potente e durante i primi giri di pista ero molto accorto. Poi, quando mi sono sentito a mio agio, è diventato tutta un’altra cosa. È un quiz da servizio pubblico che dà il suo contributo per mantenere viva l’attenzione su ciò che si dice, contro il linguaggio sciatto. Quindi la risposta è sì, la tv può ancora insegnare qualcosa”, conclude Liorni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2020, Amadeus sarà direttore artistico e conduttore della edizione numero 70

next
Articolo Successivo

Caduta Libera, il colpo del supercampione Christian Fregoni nel giorno del compleanno di Gerry Scotti

next