Al pubblico di Rete 4 non è sfuggito un dettaglio curioso che riguarda il pubblico presente in studio a Quarta Repubblica, seduto alle spalle del conduttore Nicola Porro e dei suoi ospiti. Gli spettatori più attenti hanno notato infatti che nel corso dei diversi blocchi tematici in cui si divide la trasmissione le persone sedute tra il pubblico cambiavano, con nuove facce in platea oppure scambi di posto. Insomma, uno di quegli errori che nel gergo cinematografico si chiama “blooper”.

In particolare, come evidenzia Tvblog, la puntata di lunedì 15 luglio si è aperta con un approfondimento sugli sbarchi degli immigrati, per proseguire poi con un’intervista al ministro dell’Economia Giovanni Tria e terminare con un dibattito sulla questione dei fondi russi alla Lega. Se nelle prime due circostanze il pubblico rimane lo stesso, il cambiamento si nota nel momento in cui si discute del caso Savoini. L’ipotesi è che i vari blocchi siano stati registrati in momenti diversi e che l’ultimo sia stato aggiunto in seguito.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Il commissario Montalbano, l’eredità di Andrea Camilleri per la tv: tre nuovi episodi in onda nel 2020. E poi?

prev
Articolo Successivo

Tito Stagno: “La diretta dello sbarco sulla luna del 20 luglio 1969? La facemmo in mutande”

next