La presentazione dei palinsesti Rai ha confermato l’esclusione di Antonella Clerici dai programmi che vedremo in onda la prossima stagione e la vicenda continua a far discutere, con rumors che vedono la bionda conduttrice avvicinarsi sempre di più a Mediaset, nonostante il contratto di esclusiva con Viale Mazzini fino al 2020. Ora è stata la stessa Antonella a tornare sulla vicenda, ammettendo di non sentirsi più apprezzata dai direttori di rete. “Mi sento sopportata piuttosto che supportata – ha detto in una intervista al Corriere della Sera – . Ho la sensazione che si sia rotto qualcosa”.

“Ci sta che un direttore decida di cambiare. Ma qui ci sono anche due aspetti da valutare: c’è un contratto in corso e dovrebbe valere anche quello che uno ha fatto per l’azienda – ha spiegato la conduttrice – . Sono sempre stata un soldato per la Rai, ho sempre detto di sì, non mi sono mai tirata indietro, anche quando dopo il Sanremo del 2010 potevo permettermi di puntare i piedi: ma non fa parte del mio carattere e non l’ho mai fatto”.

Eppure, sembrava che per lei ci fossero dei progetti in ballo ma, a quanto pare, gli ultimi incontri con la direttrice di Rai ,1 Teresa De Santis, si sono risolti in un nulla di fatto: “Dall’ultimo colloquio che ho avuto con lei sono uscita con l’idea che non fosse uno scambio di progetti ma di opinioni. Ho capito che vengo vista come una che deve essere messa da qualche parte, non come un cavallo su cui puntare – ha aggiunto– . Non voglio fare da tappabuchi, anche perché non penso di meritarlo. Mi piace giocare in Serie A, non mi accontento dei campetti di provincia. E sono anche stufa di fare come in passato: partivo lancia in resta e mi trovavo da sola con la spada sguainata”.

Nonostante la Rai resti la sua prima scelta, Antonella Clerici ha ammesso di essere stata già contattata da altre reti: “Mi ha fatto molto piacere, come quando stai con un fidanzato che non ti guarda più e incontri persone che ti fanno un sacco di complimenti. Ho ancora un anno di contratto, ma non mi piace ricevere il bonifico mensile senza fare niente: io voglio lavorare”, ha concluso.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La regina Elisabetta cerca un nuovo chef: ecco quanto guadagnerà e quali sono i requisiti richiesti

prev
Articolo Successivo

Clizia Incorvaia racconta la sua verità: “Dopo la separazione trovai Francesco Sarcina a casa con una. Riccardo Scamarcio? Fatti miei”

next