Un corpo completamente carbonizzato è stato trovato durante le operazioni di bonifica dell’incendio divampato all’interno del parco di Punta Pizzo, a Gallipoli. Al momento non è chiaro se si tratti di un uomo o di una donna e se la morte sia stata causata proprio dall’incendio o se fosse antecedente. Sul posto i carabinieri e gli agenti del locale commissariato di polizia.

Nel primo pomeriggio era scoppiato un vasto rogo nel parco naturale, alimentato dal forte vento di scirocco. Le fiamme sono partite dall’area vicina a un parcheggio abusivo, sequestrato anni fa alla criminalità organizzata e già oggetto di tre incendi nelle ultime due settimane, e hanno raggiunto in breve tempo la pineta. Provvidenziale l’intervento del canadair arrivato da Lamezia Terme in supporto alle operazioni dei vigili del fuoco. L’albergo “Le Sirene” è stato fatto evacuare per precauzione. Paura anche tra i bagnanti. La situazione, ora, è sotto controllo.

Video di Chiara Curcetti

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Taranto, recuperato il corpo del gruista ex Ilva disperso. La procura indaga, inviati avvisi di garanzia

prev
Articolo Successivo

Ragusa, 11enne investito. Borrometi: “Evitate che i funerali siano fatti da un amico di chi lo ha ucciso”

next