Nel video pubblicato dalla CNN, Derrick Byrd appare con il corpo fasciato per via delle ustioni. I dolori si fanno sentire ma Derrick li sopporta, sapendo che ora la sua nipotina Mercedes è salva. Derrick si è infatti ritrovato coinvolto in un incendio divampato nella casa di Aberdeen (Washington) dove vive con la sorella maggiore e i tre figli di lei.

Erano circa la 4 del mattino quando la casa ha preso fuoco e il 20enne si è reso conto che Mercedes era rimasta intrappolata nella sua stanza: la corsa per salvarla è stata un gesto istintivo. “L’avevo sentita gridare il mio nome, non potevo lasciarla lì, così ho iniziato a correre verso di lei, mentre sentivo il fuoco che mi bruciava la pelle – ha raccontato Derrick – Alla fine sono riuscito a raggiungerla, mi sono tolto la camicia e l’ho avvolta intorno al suo viso, per evitare che respirasse tutto quel fumo. Poi siamo scappati il più velocemente possibile”. Il ragazzo, subito trasportato in ospedale insieme ai nipotini, ora sta meglio ma non vuole essere chiamato “eroe”: “Semmai lo sono per i miei nipotini. Lo rifarei ancora, anche se dovessi riportare ustioni più gravi o morire”.