Grande successo per il secondo appuntamento di Radio Italia Live-Il Concerto, che dopo Milano si è spostato al Foro Italico di Palermo. L’abbraccio della città si è tradotto in 44mila presenze che hanno applaudito Fabrizio Moro, Paola Turci, Benji e Fede, Irama, Il Volo e tanti altri. Tra i momenti “cult” di una delle manifestazioni più importanti del panorama musicale italiano, lo scivolone di Fiorella Mannoia sul ritmo de Il senso: sul finale si è tolta le scarpe e mentre si dirigeva verso il pubblico è scivolata sul palco. “Non mi sono fatta niente” ha subito rassicurato la Mannoia continuando da professionista la sua performance fino alla fine.

A sorpresa arriva anche il bacio sulle labbra di Achille Lauro al socio e produttore Boss Doms. Il cantante si è esibito sulle note del nuovo singolo 1969, C’est la vie e la sanremese Rolls Royce, e ha omaggiato il mese del Pride con un gesto affettuoso al collega. Momento di tenerezza per Mika verso Isabella, la sua insegnante di italiano chiamata sul palco, nata proprio a Palermo. Il legame tra la terra sicula e l’artista è fortissimo, unito anche dal dialetto con cui ha presentato il brano Love Today, che ha chiuso la sua performance preceduta da Stardust e il nuovo singolo Ice Cream.

Applauditissimo Fabrizio Moro che ha dedicato la sua “Pensa” (con cui ha vinto a Sanremo Giovani nel 2007) proprio alla Sicilia, un testo importante che parla di lotta contro la mafia. Tra gli altri brani proposti la sanremese Non mi avete fatto niente, Portami via e Ho bisogno di credere. Ovazioni per un’altra palermitana come Giusy Ferreri, scatenata con Takagi e Ketra su Amore e capoeira e la hit che si candida a regina dei tormentoni estivi Jambo”. Un karaoke all’unisono per i 44mila presenti. Grande accoglienza anche per Nek che si è cimentato con La storia del mondo, Mi farò trovare pronto e l’evergreen Sei grande.

La trap non poteva mancare ed è stata rappresentata da Ghali con le hit Cara Italia e I love you e il nuovo singolo Turbococco. Scatenatissimi Benji e Fede che hanno approfittato della trasferta sicula anche per passare del tempo con le rispettive fidanzate: la modella e cantante Bella Thorne e l’ex madre natura di Ciao Darwin Paola Di Benedetto, come hanno testimoniato sui social. I due golden boys della musica italiana hanno proposto Universale, Moscow Mule e la nuova hit estiva Dove e quando, tra i tormentoni di successo di quest’anno. Tommaso Paradiso ha affascinato tutti, con e senza occhiali da sole, con New York, Felicità puttana e il nuovo singolo Maradona y Pelè. Grande chiusura con Mahmood: il pubblico ha eseguito alla perfezione la “coreografia” del battito di mani sulla canzone vincitrice di Sanremo Soldi. Un po’ più freddo sugli altri brani Gioventù bruciata e Uramaki. Il terzo ed ultimo appuntamento con Radio Italia Live sarà il 4 ottobre a Malta. Ancora top secret il cast.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sea Watch, Fazio: “L’arresto di Carola, il muro in Friuli. Esclusione costruisce odio”

prev
Articolo Successivo

Emis Killa: “‘Ste foto, ‘sti smartphone vi hanno dato alla testa”. E a FQMagazine: “L’Italia ha bisogno dei sottotitoli in italiano per ogni cosa che viene detta”

next