Mentre il governo e l’equipaggio della Sea Watch portano avanti da sette giorni l’ultimo scontro sull’autorizzazione allo sbarco dei 43 migranti a bordo della nave che si trova in attesa a 16 miglia da Lampedusa, un’altra imbarcazione con 45 persone a bordo è arrivata nell’isola approdo della maggior parte delle carrette del mare che partono dalla Libia. A intercettarli, ormai sotto costa, sono state delle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza.

A bordo si trovavano anche due bambini e una donna incinta che, insieme al resto del gruppo, sono stati fatti scendere a terra e portati nel locale hotspot. I migranti identificati dalle autorità provengono dall’Africa Centrale e dal Corno d’Africa, soprattutto da Senegal, Costa d’Avorio, Kenya e Somalia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Malaysia Airlines MH17, tre russi e un ucraino incriminati per il disastro aereo

next
Articolo Successivo

Mohamed Morsi, Erdogan accusa l’Egitto: “È stato ucciso”. I seguaci al processo: “Lasciato a terra per 20 minuti”

next