È stato trattenuto per alcune ore a Malpensa, prima di essere liberato dai giudici del tribunale di Busto Arsizio. È quanto accaduto a un viaggiatore brasiliano che una volta arrivato nello scalo meneghino è stato fermato alla dogana ed è lì che ha insospettito i finanzieri: l’uomo appariva infatti nervoso, aveva solo un bagaglio a mano, nessuno lo stava aspettando e l’indirizzo che diceva di dover raggiungere non esisteva. Insomma, una situazione che ha portato alla scelta di fargli una radiografia. E lì, la scoperta: l’uomo brasiliano aveva nella pancia degli “ovuli” della grandezza di un centimetro. Ecco quindi che, sospettando si trattasse di sostanze illecite, al viaggiatore è stato imposto di rimanere nello scalo fino all’espulsione del contenuto del suo intestino. E a quel punto, si è scoperto che non si trattava di niente di illegale: l’uomo aveva, semplicemente, mangiato dei fagioli.

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Amanda Knox, “il fidanzato ha aggredito un operatore: i due erano infastiditi dai fotografi”

next
Articolo Successivo

Mondiali di calcio femminile, parroco posticipa la processione per seguire la partita

next