“Siamo con Franco”. Sono queste le parole che hanno aperto il corteo in solidarietà a Franco Iachi Bonvin, il tabaccaio di Pavone Canavese che nella notte tra giovedì e venerdì ha ucciso il ladro che insieme a due complici stava rubando nel suo negozio. Una marcia silenziosa composta da un migliaio di persone che si è conclusa proprio davanti alla tabaccheria. Tanti i cittadini della zona insieme ad alcuni politici senza simboli di partito. “Sono vicino a quest’uomo perché anche io in passato ho subito dei furti – racconta il consigliere regionale della Lega Gianluca Gavazza – ma non ho reagito come lui perché all’epoca non ero armato, oggi mi troverebbero preparato”.

La dinamica dei fatti è ancora al vaglio degli inquirenti, ma secondo l’autopsia, Bonvin avrebbe esploso i colpi dall’alto verso il basso, una versione diversa rispetto a quella fornita agli inquirenti subito dopo il fatto. I cittadini di Pavone Canavese non hanno dubbi e difendono a spada tratta il signor Bonvin invocando la “legittima difesa”. Tra di loro c’è anche il sindaco di Ivrea Stefano Sertoli, presente a titolo personale, e un altro consigliere regionale leghista Mauro Fava che invoca le maniere forti: “Servirebbe una legge più severa verso chi va a delinquere come fanno in certi paesi che se vai a rubare anche solo il minimo, un esempio stupidissimo, ti tagliano la mano, vedi che forse incomincerebbero a calmarsi un pò invece che entrare ed uscire dalla galera”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riace, al via il processo Xenia. Ministero dell’Interno e prefettura contro Mimmo Lucano: “Mi sembra paradossale”

next
Articolo Successivo

Udine, il gioco di prestigio della banda per il contrabbando di alcolici tra 17 Paesi europei: truffa da 80 milioni sulle accise

next