Stiamo peggiorando in tutto: nel linguaggio, nel modo di rapportarci gli uni con gli altri, in questa assurda aggressività. La politica dà un cattivissimo esempio, e i cittadini, il 90% ci sguazza”. Parole di Andrea Camilleri che ha rilasciato un’intervista a Radio Capital: “Non credo in Dio, ma vedere Salvini impugnare il rosario dà un senso di vomito. E’ chiaro che tutto questo è strumentale. Il Papa che sa quello che fa, non impugna il rosario, baciandolo. Sa che offenderebbe i santi nel momento in cui se ne serve. Fa parte della sua volgarità”, ha detto a Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto. E qualche parola anche sul Movimento 5 Stelle: “Dal punto di vista politico sono nessuno. Si sono appiattiti”.

E pronta è arrivata la replica del ministro dell’Interno Matteo Salvini che durante una diretta Facebook ha detto: “Scrivi che ti passa, io continuo a lavorare e, nel mio piccolo, a credere. Camilleri dice che lo faccio vomitare perché impugno il rosario? Mi dispiace perché io adoro Montalbano. Non pensavo che un rosario, parlare di Maria, di padre Pio o San Francesco potesse far vomitare o fosse sintomo di volgarità”.