ITALIA

Non partiamo tra le favorite ma la cavalcata delle qualificazioni è stata trionfale: solo vittorie (a parte l’ultima partita – ininfluente – contro il Belgio) e solo quattro gol subiti in otto incontri. La squadra sconta un po’ di inesperienza a livello internazionale ma può far tesoro dell’entusiasmo che sta circondando il calcio femminile in Italia negli ultimi tempi, complice anche il periodo nero dei maschi. Tra i nomi su cui puntare (e imparare a memoria), quello di Barbara Bonansea, centrocampista juventina, la numero 10, Cristiana Girelli, e la capocannoniera del campionato, la milanista Valentina Giacinti.

INDIETRO

Mondiali calcio femminile 2019, quali sono le squadre favorite (e cosa possiamo aspettarci dall’Italia) – LA GUIDA

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fifa, numero due arrestato: “Corruzione”. È a capo della Confederazione africana. Chi lo aveva accusato è stato licenziato

next
Articolo Successivo

Mondiali calcio femminile 2019, l’Italia torna dopo vent’anni. A spingere la nazionale un movimento in forte ascesa

next