STATI UNITI

Prime nel ranking Fifa, sono da sempre la squadra da battere. Campionesse del mondo per tre volte, oro olimpico per quattro, non si può parlare di calcio femminile senza citare la scuola americana. Lo scorso marzo, le calciatrici hanno fatto causa alla U.S. Soccer per discriminazione di genere per la disparità delle paghe dei maschi (meno famosi e molto meno vincenti di loro). In panchina confermata la coach dei mondiali 2015 – ovviamente vinti – Jillian Ellis.

Mondiali calcio femminile 2019, quali sono le squadre favorite (e cosa possiamo aspettarci dall’Italia) – LA GUIDA

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fifa, numero due arrestato: “Corruzione”. È a capo della Confederazione africana. Chi lo aveva accusato è stato licenziato

next
Articolo Successivo

Mondiali calcio femminile 2019, l’Italia torna dopo vent’anni. A spingere la nazionale un movimento in forte ascesa

next