È finita in tribunale la disputa familiare di casa Magalli. Il famoso conduttore Rai Giancarlo Magalli ha infatti accusato la sorella Monica, 57 anni, di aver sottratto migliaia di euro a un loro cugino, anziano e malato. Secondo quanto emerso dalle indagini della Procura di Roma, la donna avrebbe raggirato il parente inducendolo “a conferire e mantenere l’incarico di gestire 800 mila euro di cui si appropriava in parte”, come si legge nel capo d’imputazione secondo quando scrive Il Messaggero. 

Monica Magalli insomma, con la scusa che di professione fa la promotrice finanziaria, si sarebbe fatta affidare quei soldi che poi avrebbe usato in parte per motivi personali. Non solo, sembra che la donna abbia convinto il cugino ad aprire un’assicurazione sulla vita che avrebbe incassato un altro membro della famiglia: ovvero sua figlia. Un premio mensile da pagare di quasi 300 euro per dieci anni e alla fine, alla morte del parente, il capitale sarebbe andato tutto alla figlia di Monica, nipote di Giancarlo Magalli, che avrebbe incassato l’assicurazione.

Interrogato dagli inquirenti, Giancarlo Magalli ha preso le parti del cugino, definendo il comportamento della sorella assolutamente scorretto. Ora Monica Magalli dovrà difendersi dall’accusa di circonvenzione di persona incapace e dimostrare che quanto indagato non sia vero.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Così The North Face ha tentato di utilizzare Wikipedia per promuovere i propri prodotti su Google

next
Articolo Successivo

Carlo Taormina rivela: “Pamela Prati sapeva tutto. Voleva farmi andare da Barbara D’urso, sarei stato anch’io una pedina”

next